Archivi autore: Giuseppe Brienza

#LARISCOSSADIROMAPARTEDANOI!: Prima riunione della Giunta ombra del PdF-Roma e delle 5 nuove “équipes” nelle quali è stato diviso il territorio della Capitale

immagine-riunione

Prima riunione della Giunta ombra del PdF-Roma e delle 5 nuove “équipes” nelle quali è stato diviso il territorio della Capitale.

Il Popolo della Famiglia rilancia a Roma la sua azione civica, culturale e politica sul territorio e si riorganizza per le attività dei prossimi mesi. Continua a leggere

Sanzionare chi “compra” un corpo umano per fini sessuali: intervista a Caterina Bini (PD)

bini_caterina_pd01

Anche in Italia, il 9 giugno, è stata presentata alla Camera dei deputati una proposta di legge per sanzionare chi “compra” un corpo umano per fini sessuali. Prima firmataria è l’On. Caterina Bini (Pd) che, con altri deputati della maggioranza, vorrebbe modificare un articolo della “legge Merlin” sulla prostituzione (l’art. 3), la normativa che negli anni Cinquanta pose fine alle “case chiuse” per intenderci, n. 75 del 20 febbraio 1958, così da introdurre «sanzioni per chi si avvale delle prestazioni sessuali di soggetti che esercitano la prostituzione». Assegnata alla Commissione Giustizia ma ancora non discussa, la proposta di legge “C. 3890” (così è rubricata a Palazzo Montecitorio), è stata snobbata dai grandi media e partiti ma, soprattutto dagli ambienti cattolici e dell’associazionismo sociale, è vista con grande interesse e, diremmo, speranza. Continua a leggere

Raggi scatenata tra Eur e frigoriferi

di Giuseppe Brienza

raggi_e_famiglia

“Repubblica.it” pubblica un articolo d’inchiesta nel quale il passato professionale dell’avvocato Raggi non esce con quella totale “trasparenza”, della quale il sindaco di Roma ama infarcire i suoi discorsi e delibere. Dal pezzo emerge infatti che, l’imprenditore Giuseppe Rojo cedette nel 2008, al futuro sindaco della Capitale allora legale dello studio Sammarco, la presidenza della società “Hgr”, piccola srl il cui acronimo sta per “Holding Giuseppe Rojo” e che, guarda caso, ora è il mediatore della compravendita dell’hotel “la Lama”, disegnato da Massimiliano Fuksas e quotato sul mercato oltre i 50 milioni di euro, da parte di “Eur Spa”, società controllata per il 90 per cento dal Ministero dell’Economia e per il 10 dal Comune di Roma. Continua a leggere